Filtri attivi

Brand: Ray-Ban

Nessun prodotto

Nessun prodotto

Ray-Ban è un marchio di occhiali da sole e da vista progettati per gli aviatori dalla Bausch & Lomb; è attualmente di proprietà dalla società italiana di produzione montature Luxottica.

Luxottica produce e distribuisce occhiali da sole e da vista di elevata qualità tecnica e stilistica al fine di migliorare il benessere e la soddisfazione dei propri clienti, creando nel contempo valore per i dipendenti e le comunità in cui opera. Ogni collezione, ogni paio di occhiali è il risultato di un continuo processo di ricerca e sviluppo, il cui obiettivo consiste nell’anticipare e interpretare le necessità, i desideri e le aspirazioni dei consumatori di tutto il mondo.
Occhiali da Sole e da Vista Ray-Ban
Anni ’30: Le origini nell’aviazione
Mentre i nuovi aeroplani volano sempre più in alto e su rotte sempre più distanti, molti piloti della US Air Force, abbagliati dalla luce solare , accusano frequenti mal di testa e un senso di vertigini. Per ovviare al problema, viene introdotta una nuova tipologia di occhiali da sole con lenti verdi in grado di eliminare i riflessi senza oscurare la vista. Nasce così il marchio Ray-Ban.

La vendita dei nuovi occhiali da sole antiriflesso viene estesa al pubblico a partire dal 1937. Il modello originale prevede una montatura in plastica dalla classica forma oggi universalmente nota come Aviator, L’anno successivo, dopo un accurato restyling, gli occhiali da sole acquistano una montatura in metallo e il marchio è ribattezzato Ray-Ban Aviator.

Ben presto, la popolarità degli occhiali da sole Ray-Ban si diffonde dalla ristretta cerchia dei piloti a tutti gli amanti della vita all’aria aperta, Nel 1938, Ray-Ban lancia il modello Shooter disponibile con lenti verdi o giallo chiaro Kalichrome, ideali in condizioni di foschia grazie alla capacità di mettere a fuoco i dettagli e di minimizzare l’effetto della nebbia filtrando la luce blu. Il cerchio centrale “porta-sigaretta”, pensato per consentire al tiratore di avere le mani libere, è l’elemento distintivo di questo occhiale-icona. L’anno seguente, Ray-Ban espande ulteriormente il proprio catalogo e il portafoglio clienti con il lancio degli occhiali da sole Ray-Ban Outdoorsman. Inizialmente chiamato “Skeet Glass” e creato per categorie specifiche come gli appassionati di caccia, tiro e pesca, questo occhiale da sole si distingue per la barra frontale e i terminali delle aste, che negli anni sono stati rivestiti con diversi materiali, quali madreperla e pelle di vitello.
Anni ’40: Non solo aviazione
La seconda Guerra Mondiale vede i piloti dell’aeronautica militare americana affidarsi nuovamente agli occhiali da sole Ray-Ban. L’attività di ricerca e sviluppo conduce a interessanti novità, prima fra tutte le lenti da sole a specchio sfumate, caratterizzate da uno speciale rivestimento sulla sezione superiore per ottimizzare la protezione, mentre la sezione inferiore viene lasciata “naturale” per assicurare una visione più chiara della plancia dell’aereo. Pur essendo progettati a scopo militare, i prodotti e le innovazioni Ray-Ban piacciono anche alla gente comune, che vuole sperimentare gli stessi occhiali da sole ad alte prestazioni in dotazione ai professionisti. L’influenza militare sulla moda è ormai indiscutibile: le t-shirt regolamentari dell’Esercito e della Marina Militare sono un caposaldo dello stile negli anni ’40 e i civili, nel tentativo di imitare i piloti, sfoggiano occhiali da sole cool e attuali. Ray-Ban ha compiuto il grande balzo dalla pura funzione bellica all’estetica della cultura pop senza comunque sacrificare la tradizionale efficacia legata al marchio.
Anni ’50: Il glam di Hollywood
Nell’immediato dopoguerra, Hollywood inizia a esercitare un’influenza sempre più decisiva sulle scelte del pubblico in fatto di abbigliamento in senso lato. Il 1952 è l’anno dell’occhiale da sole Ray-Ban Wayfarer, che dopo essere stato indossato da vere e proprie leggende del grande schermo come James Dean in Gioventù bruciata (1955) e Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany(1961),diviene uno degli accessori più inconfondibili nella storia della moda.

Fra le altre innovazioni degli anni ’50 spiccano la lente grigia G-15(1953) un’opzione grigia neutra in grado di offrire una visione realistica dei colori e una protezione molto comoda anche in presenza di raggi abbaglianti e un quarto occhiale da sole con montatura in metallo chiamato Ray-Ban Caravan e reso celebre negli anni a venire dall’interpretazione di Robert De Niro in Taxi Driver (1976).
Anni’60: Rivoluzione e cambiamento
Accogliendo lo zeitgeist di cambiamento e rivoluzione che permea gli anni ’6